Padova, studentessa italiana di origini nigeriane ‘respinta’ per l’affitto

padova affitto stranieri discriminazione

Una studentessa di Medicina a Padova denuncia: la proprietaria le ha subito chiesto quale fosse la sua cittadinanza e alle sue rimostranze ha chiuso i contatti. Ma lei si difende

Non è la prima volta che succede, ma anche in questo caso da una parte c’è la ricerca di un appartamento in affitto che tale era fino al momento della prima conversazione e dall’altra un padrone di casa che rifiuta di avere come inquilino un cittadino straniero forse soltanto per il colore della sua pelle.

Il caso è stato denunciato da Martina Wave Ogunleye, 24enne vicentina di Marostica e studentessa di Medicina fuori sede a Padova: la ragazza ha madre italiana e padre nigeriano, stava cercando un appartamento nel quale potersi appoggiare per meglio seguire le lezioni e ha risposto all’annuncio su Facebook di Isabella M., proprietaria di diversi appartamenti a Maserà di Padova.

Non tutto però è andato come Martina aveva sperato. Come ha mostrato lei stessa pubblicando via social tutta la conversazione con la proprietaria, lei ha chiesto subito di quale nazionalità fosse e quando la studentessa le ha detto di non comprendere bene i motivi di quella richiesta, la risposta è stata: “Mi sembrano informazioni legittime per sapere chi entra a casa mia”.

A quel punto la trattativa si è interrotta, ma la conversazione è stata resa pubblica per denunciare questa situazione, come riporta anche il ‘Corriere della Sera’.

La proprietaria non nega ma rilancia:La nazionalità è la prima cosa che chiedo a tutte le persone con nomi stranieri che mi contattano, è un mio diritto e per me è fondamentale. Di solito i candidati mi rispondono tranquillamente e fissiamo l’incontro; la maggior parte dei miei affittuari sono romeni e moldavi, molto più bravi degli italiani e tutti puntualissimi nei pagamenti”.

E spiega che avrebbe preso in considerazione anche la domanda di Martina, ma è rimasta scottata dalla sua prima risposta perché le è sembrata maleducata e anche un po’ strafottente.

Quindi si sarebbe trattato soltanto di presunta maleducazione da parte della studentessa e non un caso di razzismo. Martina però non ci sta e per questo ha voluto diffondere via social la conversazione parola per parola in modo che altri altri potessero sapere con chi avrebbero avuto a che fare rispondendo a quell’annuncio.

conversazione martina proprietaria

Suo padre è nigeriano, ma è venuto in Italia per studiare all’Accademia di Belle arti e fa l’operatore sociosanitario, esattamente come sua madre e lei è italiana al cento per cento.

Semplicemente voleva lasciare l’alloggio che condivide con altri quattro studenti, ma pensa di aver trovato una persona limitata culturalmente.

Un conto per lei è chiedere le referenze, rientra nelle normali richieste di un proprietario, ma voler sapere subito di che nazionalità sia chi affitta è limitante.

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin
Webmaster ed esperto in diritto immigrazione