Test di lingua per ottenere la cittadinanza: il livello è il B1

Un test di lingua italiana per ottenere la cittadinanza.

Niente di nuovo, dato che questa misura era già prevista per il permesso CE, che garantisce i permessi di soggiorno a lunga durata

Tuttavia, rispetto alla situazione attuale c’è una grande differenza.

All’epoca, infatti, il livello da raggiungere per ottenere il permesso illimitato UE è A2, ovvero il penultimo secondo il quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue approvato dal Consiglio d’Europa. 

Invece con il decreto sicurezza fortemente voluto da Matteo Salvini e recentemente approvato dal Parlamento (e anche dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha dato il via libera per la conversione in legge) il livello da raggiungere per ottenere la cittadinanza italiana è addirittura il B1

Un cambiamento dettato dall’emendamento introdotto 
dai parlamentari leghisti Simona Pergreffi e Daniele Belotti. 

Stando alle prime indiscrezioni emerse sui giornali, sembra che il test si baserà quasi totalmente su quello realizzato dall’Università per Stranieri di Perugia.

Gli altri enti certificatori riconosciuti dallo Stato sono la Società Dante Alighieri, l’Università per Stranieri di Siena e l’Università degli Studi Roma Tre. 

I primi dettagli riferiscono di una serie di prove tutt’altro che semplici, basate su estratti di alcuni giornali italiani.

I candidati dovranno saper riconoscere le varie tipologie di situazioni e risultare in grado di metterle a confronto per individuare similitudini e differenze.

Inoltre le prove sussisteranno in frasi da completare nella maniera corretta e nella comprensione e produzione di un testo in corretta lingua italiana. 

Per ottenere la cittadinanza non basterà più avere una moglie o un marito con la nazionalità italiana, o risiedere in Italia da almeno 10 anni, ma servirà anche superare questo test, caratterizzato da un impianto complessivo che potrebbe risultare complicato anche per molti nostri connazionali. 

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

13 Comments on "Test di lingua per ottenere la cittadinanza: il livello è il B1"

  1. Sono sina pranvera sono albaneze sono sposato ho marito italiano ho 4 anni che siamo spostati ho per mesosongio ho bisongia di cittadinanza italiana si ano

  2. Ti consiglio vivamente due test in
    In italiano:)

  3. Avatar MARIA SOTELDO | 15 Maggio 2019 at 18:43 | Rispondi

    A me sembra giustissimo questo provvedimento, il fatto è che io mi trovo nella stessa situazione della Signora Albanese e andando su internet trovo che devo frequentare un corso di preparazione di almeno due settimane e poi sostenere questo test. Le scuole riconosciute (almeno quelle che io ho trovato) hanno dei preventivi per me molto alti, su i 1400 eur e poi si deve pagare la tassa del test a sostenere (da 90 a 150 eur all’incirca)… Io vorrei fare solo il test ;(

  4. Mia moglie è in Italia da 10 anni ma ancora non parla bene Italiano
    Il test è troppo complicato metà degli italiani non lo passerebbero visto il livello culturale che abbiamo
    Probabilmente sarò io a chiedere la cittadinanza mi inizio a vergognare di essere italiano e di avere questi politici

  5. Ho fatto la domanda al Minostero dell’Interno per cittadinanza in 25.07.2018.Sono obbligat di fare il esame di livello B1 per avere la cittadinanza?

  6. Una cosa è sicura: italiani non riuscirebbero ad ottenere la cittadinanza

  7. raisa, no per che questo decreto di salvni, data di novembre 2018.

  8. Avatar Iris Fernandez | 24 Luglio 2019 at 18:04 | Rispondi

    Vorrei sapere.dove devo chiedere farci questa prova sto a Prato la peligna

  9. buonasera .avrei anch’io una domanda.
    mi è stata rifiutata la cittadinanza per motivo che non ho alcuna attestazione di conoscenza della lingua italiana.
    premetto che parlo la lingua italiana dal 1993 studiata all’estero e con esame di maturità di lingua italiana…scritto e parlato….nel 2014 sono entrata all’università di giurisprudenza italiana che poi per motivi personali non ho potuto frequentare….
    ho residenza da 12 anni in Italia,sono sposata con un cittadino italiano e nel momento in cui ho fatto la domanda per la cittadinanza cioè marzo 2019 non c’era tra i requisiti alcuna attestazione di conoscenza della lingua….altrimenti ovvio che avrei provveduto ad allegare tale documentazione.
    cosa devo fare?
    secondo la prefettura da quanto ho capito devo ripagare 250 euro per una nuova domanda e a rifare da capo traduzioni e certificati penali che ovviamente sono scaduti…sono passati sei mesi…..
    ma vi sembra giusto questo?in che paese viviamo???
    dal mio italiano vi sembra che non riesca parlarlo o scriverlo?
    nulla togliere a nessuno ma sono molti italiani che parlono e scrivono peggio di me la loro propria lingua….:(:(

    • Ciao Andrea, non devi pagare nuovamente 250 euro. Consulta la lista delle date degli esami sul sito di UNISTRASI (CILS), Universita di Perugia (CELI) o Dante Alighieri e trova la sede più vicina. Iscrizioni chiudono 1 mese prima. Il costo è 100 euro. Fai attenzione a non rifare i certificati, prima che ottieni il certificato cartaceo (4 mesi per CILS), poiché la prefettura non accetta cosiddetto “riepilogo del esame”.

    • Non capisco perché ti hanno annullato la pratica. Ti potevano dare 10 bis. C’ho è il termine di ulteriori altri 10 giorni di presentare almeno l’iscrizione al esame. Dopodiché, lo sostenevi e alla fine allegavi anche il attestato.

  10. C’è una scuola a Roma che posso scrivere per B1 cittadinanza prima di fare. Esame e dove fanno esame

  11. Avatar Svetlana Mart | 4 Ottobre 2019 at 18:16 | Rispondi

    Esami di cittadinanza servono, ma purtroppo gli università non sono preparati e a volte gli esami sono molto difficili.poi non c’è il sistema per prepararsi. Io trovato molta informazione utile sul sito www. fabioboero. com
    Speriamo la nuova legge cambi qualcosa.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*