Uno sportello della Questura all’interno dell’Università: il Rettore viene incontro agli studenti stranieri

Venire incontro alle difficoltà degli studenti stranieri, che non conoscono ancora bene la lingua italiana, è una delle prerogative degli Atenei, che cercano di fornire tutto il supporto possibile attraverso varie iniziative.

In tal senso, è certamente da apprezzare l’idea dell’Università di Padova, che ha deciso di realizzare uno sportello della Questura all’interno di Palazzo Bo per mostrare tutta la propria vicinanza agli studenti stranieri che si trovano in Erasmus nella città veneta o che sono regolarmente iscritti all’Unipd.

Lo sportello, che troverà posto al piano terra dello storico palazzo padovano, sarà attivo già dalla seconda metà di settembre.

Diventerà un punto di riferimento per gli studenti stranieri, specialmente per coloro che hanno bisogno di espletare le varie pratiche che fanno riferimento al permesso di soggiorno. Inoltre, in caso di necessità, lo sportello sarà aperto anche agli ospiti internazionali.

Decisivo è stato il confronto tra il rettore dell’Università padovana, Rosario Rizzuto, e il questore Isabella Fusiello, che hanno cercato di capire come risolvere le difficoltà burocratiche in cui spesso si trovano a barcamenare gli studenti stranieri.

Da qui l’idea dello sportello all’interno del Bo, grazie anche alla disponibilità del questore e alla rapidità del Rettore, che è riuscito subito ad individuare uno spazio che potesse soddisfare le esigenze di tutti.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Uno sportello della Questura all’interno dell’Università: il Rettore viene incontro agli studenti stranieri"

Leave a comment