Sbarca all’aeroporto con il permesso di soggiorno falso: arrestato

polizia aeroporto permesso di soggiorno

La sua permanenza sul territorio italiano è durata poco meno di un’ora, giusto il tempo di consentire alle forze dell’ordine di smascherarlo.

Sono stati gli agenti della Polfer di Treviso a far scattare l’arresto per un giovane di 22 anni, di nazionalità sudanese, che era appena atterrato all’aeroporto internazionale “Antonio Canova” di Treviso-Sant’Angelo.

L’uomo era arrivato nel primo pomeriggio di giovedì 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, tramite un volo partito da Malta e diretto proprio a Treviso.

Dopo essere giunto all’aeroporto trevigiano, il sudanese si è diretto verso la stazione ferroviaria del capoluogo di provincia veneto, con l’intenzione di prendere un treno per spostarsi o magari trovare un giaciglio per la notte.

Alla stazione ferroviaria di Treviso era presente una pattuglia che alla vista del 22enne si è insospettita e ha voluto vederci chiaro.

Gli agenti si sono avvicinati al sudanese chiedendogli i documenti, e il giovane li ha forniti senza problemi.

Ma è bastato molto poco ai poliziotti per accorgersi che qualcosa non andava.

Dopo controlli approfonditi negli uffici della Questura è infatti emerso che il permesso di soggiorno per richiesta di asilo era intestato ad un’altra persona, sempre di nazionalità sudanese.

Inoltre, il passaporto presentato dal sudanese era falso. Per questi motivi l’uomo è stato arrestato.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Sbarca all’aeroporto con il permesso di soggiorno falso: arrestato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*