Mobilitazione di CGIL, CISL e UIL in favore dei permessi di soggiorno

cgil cisl sindacati permessi

Il 28 Giugno 2016 è stata indetta una giornata di mobilitazione nazionale per richiedere al governo alcune modifiche alle politiche lavorative per i lavoratori stranieri. La mobilitazione è stata indetta da CGIL, CISL e UIL nelle principali città italiane con presidi davanti alle prefetture per richiedere un incontro con i prefetti.

Il problema nasce da quasi un milione di permessi di soggiorno che non sono stati rinnovati negli ultimi 5 anni, di cui almeno 400.000 per motivi di lavoro.

Il meccanismo che si instaura è drastico : da una parte, l’abbandono del paese da parte dei lavoratori stranieri rimasti senza permesso per fare ritorno nel paese di origine e dall’altra, il ricorso al lavoro in nero, una situazione da cui è davvero difficile uscire e che cancella virtualmente i diritti fondamentali dell’uomo, nonché i diritti civili e del lavoro. Inoltre, il tasso di disoccupazione degli stranieri ha raggiunto il 17% in Italia a fronte di un 11,5% a livello complessivo.

La normativa che regola il lavoro e il rinnovo dei permessi di soggiorno per gli stranieri avrebbe quindi delle strozzature. Per chi perde il lavoro, gli attuali 12 mesi concessi dal testo unico dell’immigrazione per trovarne un altro non sono sufficienti; inolte, non tutte le questure applicano letteralmente la circolare del Viminale del 9 luglio 2012 che permette di superare i 12 mesi in presenza di un “reddito minimo derivante da fonti lecite non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale”.

I sindacati, a fianco dei lavoratori stranieri, chiedono quindi al governo: l’estensione della durata del permesso di soggiorno per attesa occupazione a 24 mesi, l’attuazione di politiche attive del lavoro, tese ad una maggiore inclusione sociale di tutti, la revisione della posizione dei lavoratori stranieri che hanno perso lavoro e permesso ed infine la lotta al lavoro nero e lo sfruttamento (sempre più diffuso per tutte le categorie nel paese).

About the Author

Piero Bovenzi

Scrittore freelance di “Gli Stranieri”