Tunisia : sfiduciato il governo del primo ministro Habib Essid

sfiduciato il governo tunisiasfiduciato il governo tunisia

Tunisia primo ministro Habib Essid si prepara a dimettersi dopo che ha perso voto sulla fiducia

La Tunisia è l’unico paese magrebino che ha superato con successo la transazione ad una democrazia parlamentare a seguito delle rivolte che hanno scosso il mondo arabo nel 2011

Il Parlamento Tunisino ha votato la sfiducia nei confronti del primo ministro Habib Essid, lo scioglimento inevitabile dopo la caduta del governo.

La mozione di sfiducia è stata approvata con 118 voti, superando facilmente la soglia del voto di almeno 109 rappresentanti del paese, dopo un dibattito lungo, di ore, che si è protratto fino a tarda notte.

parlamento tunisino sfiducia governo

il parlamento tunisino sfiducia il governo di Essid

La Tunisia è l’unico paese della primavera araba che si è traghettato con successo ad una democrazia parlamentare a seguito delle rivolte che hanno scosso il mondo arabo nel 2011, ma ha lottato con l’instabilità politica in mezzo attacchi jihadisti, alta inflazione, l’elevata disoccupazione e scioperi continui.

In vista del voto, il presidente Essid, ha dichiarato che avrebbe fatto quello che poteva per preparare una transizione del potere.

Il presidente del Parlamento Mohamed Ennaceur ha invece ribadito davanti ai parlamentari Tunisini che stiamo “vivendo una situazione difficile che richiede sacrifici da parte di tutti” e ha aggiunto che “ora dobbiamo guardare al futuro per dare speranza a tutti i tunisini“.

Nonostante le feroci critiche al suo governo nel corso di una sessione straordinaria del Parlamento, il sig Essid ha affermato che il dibattito ha “consacrato la nascente democrazia della Tunisia“.

Da lunedì partono le consultazioni del capo dello Stato, Beji Caid Essebsi (terzo presidente della Repubblica di Tunisia), per la nomina del nuovo primo ministro tunisino.

fonte www.independent.co.uk

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin

Webmaster ed esperto in diritto immigrazione