Tunisia : ombre di nepotismo sulla nomina del primo ministro Youssef Chahed

primo ministro tunisino Youssef Chahedprimo ministro tunisino Youssef Chahed

Il Presidente tunisino Beji Caid Essebsi ha nomina questo mercoledì Youssef Chahed, il quarantenne Ministro degli affari locali che ha legami con la famiglia del presidente, come nuovo primo ministro del Paese, ignorando le accuse di nepotismo da parte della critica.

Ho incontrato oggi il presidente … che mi ha incaricato di formare un governo di unità nazionale“, ha detto ai giornalisti Chahed al di fuori del Palazzo Presidenziale di Cartagine (quartiere periferico di Tunisi).

Youssef Chahed ora ha trenta giorni di tempo per trovare una squadra ministeriale.

La nomina di Chahed è venuto giorni dopo che il Parlamento spodestato Habib Essid come primo ministro in un voto di sfiducia sulla gestione di Essid di riforme economiche e di sicurezza.

Sottosegretario nel governo di Essid, Chahed è uno professore e accademico scienze agricole che ha insegnato in Francia e in Tunisia.

Egli è anche attivista del partito laico Nidaa Tounes ed ha legami con la famiglia di Essebsi, che ha portato ad alcune critiche da leader dell’opposizione.

tunisia sfiducia governo

tunisia sfiducia governo

Nidaa Tounes e il partito islamista Ennahda, entrambi parte della coalizione di governo, controllano la maggioranza dei seggi in parlamento, il che significa che la nomina di Chahed verrà convalidata dal parlamento tunisino quando avverrà votazione per la fiducia

Anche se la nomina di Chahed è stata ampiamente prevista, l’ultima evoluzione politica ha segnato un ulteriore segno della instabilità che ha colpito questo paese nordafricano.

I critici sono scesi sui siti di social media per esprimere la loro opposizione sotto l’hashtag “mantenere i parenti a casa” in arabo. Chahed è il nipote di di Essebsi secondo i media tunisini.

“Essebsi è sbarazzato di Essid in modo da poter mettere in atto qualcuno vicino a lui e li hanno seguono gli ordini”, ha detto Jilani Hammami, con il partito di opposizione Fronte Popolare. “Questo è un passo indietro.. una famiglia ha il controllo di tutto”.

Parlamentari tunisini hanno votato sabato per mandare a casa Essid in una votazione di sfiducia, aprendo la strada a un nuovo governo di unità per far accelerare le riforme economiche in ritardo.

Essebsi ha dichiarato che il paese ha bisogno di un governo più dinamica, pronto a prendere decisioni forti per realizzare la liberalizzazione e la riduzione dei costi necessari per una revisione della economia dello stato nordafricano.

Tre attacchi dei militanti islamici dello scorso anno – compresi gli attacchi a visitatori stranieri in un museo e un resort sulla spiaggia – hanno gravemente danneggiato l’industria del turismo, che rappresenta circa l’otto per cento dell’economia ed è una fonte importante di posti di lavoro.

Fonte www.france24.com , Agenzia Nova

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin
Webmaster ed esperto in diritto immigrazione