Sentenza Scazzi manca la motivazione dopo un anno

sentenza motivazioni Cosima-Serrano-Sarah-Scazzi-e-Sabrina-Misserisentenza motivazioni Sarah Scazzi

Ad un anno dalla sentenza, manca la motivazione: torna il caso di Sara Scazzi

A distanza di un anno si torna a far luce sull’omicidio di Sara Scazzi, la giovane quindicenne di Avetrana, caso sul quale è stata emessa una sentenza di secondo grado di cui però mancano le motivazioni.

Ed è proprio per quest’ultimo motivo che il ministero della Giustizia ha inviato un’ispezione alla corte d’appello di Taranto la quale ha condannato Cosima Serrano e sua figlia Sabrina Misseri per l’omicidio della quindicenne in data 27 luglio dello scorso anno.

A riaprire di nuovo la questione sarebbe stato proprio il legale delle due donne Misseri, Franco Coppi, il quale afferma il suo pensiero con queste parole: “È passato un anno e non abbiamo ancora notizia delle motivazioni. In cinquant’anni non mi era mai capitato di assistere ad una cosa del genere. Siamo di fronte a una grave lesione dei diritti della difesa”.

Lo stesso legale inoltre, non si sarebbe limitato a sollevare la questione ma, nello specifico, avrebbe fatto un appello diretto al ministro della Giustizia, Andrea Orlando: “Fatti di questo genere meritano attenzione e chiarimenti e dato e non concesso che il sovraccarico di lavoro abbia causato questo ritardo, bisogna fare in modo che questo non avvenga più perché non è accettabile sul piano della civiltà del diritto”.

Sono stati così avviati gli accertamenti preliminari e sarà lo stesso ispettorato generale del Giustizia italiana chiederà informazioni per il ritardo al presidente della Corte d’Appello di Taranto.

Va ricordato che, secondo quanto ribadito dalla Corte di assise di appello di Taranto, la minorenne è stata strangolata dalla cugina Sabrina e dalla zia Cosima Serrano. La Corte confermò l’ergastolo per Sabrina e la madre Cosima, ritenute autrici materiali del delitto, e otto anni di reclusione per Michele Misseri, padre di Sabrina e marito di Cosima, per soppressione di cadavere.

About the Author

MARIA ELENA Virga

“Appassionata di scrittura in ogni sua forma, sono
riuscita a trasformare il mio sogno nel mio lavoro. Mi nutro di libri
per la loro magica capacità di riuscire a saziare la mia anima.”