Regolarizzazione migranti, via alle domande. Le cose da sapere

permesso soggiorno sei mesi

A partire da oggi, lunedì 1 giugno, possono essere presentate le istanze per l’emersione dei rapporti di lavoro e il rilascio di permessi di soggiorno temporanei.

La misura, come noto, è stata introdotta nel DL Rilancio recentemente approvato dal Parlamento.

All’articolo 103 vengono quindi chiarite tutte le modalità che fanno riferimento alla regolarizzazione dei lavoratori “extracomunitari, italiani e dell’Unione Europea”.

Con questa misura viene quindi favorita una notevole emersione dal lavoro nero, specialmente in settori come quello agricolo e quello domestico dove oltretutto la pandemia di coronavirus stava provocando forti perdite dal punto di vista economico.

La “deadline“, ovvero il termine ultimo per la presentazione delle istanze è il 15 luglio.

Come ricordato anche dal quotidiano “La Repubblica”, il datore di lavoro italiano o straniero può sottoscrivere un nuovo rapporto di lavoro subordinato o dichiararne uno irregolarmente instaurato con cittadini italiani o stranieri presenti sul territorio nazionale prima dell’8 marzo 2020.

Gli stranieri con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019 possono invece chiedere un permesso di soggiorno della durata di sei mesi.

Requisito importante per i cittadini stranieri che richiedono la regolarizzazione è di essere stati fotosegnalati prima dell’8 marzo 2020 o comunque devono poter dimostrare di aver soggiornato in Italia prima di quella data.

La domanda deve essere inoltrata sul sito del Viminale alla pagina dedicata (https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/Ministero/Index2).

Per quanto riguarda le cifre, il contributo forfettario a carico del datore di lavoro è di 500 euro per la regolarizzazione di ogni lavoratore.

Infine, i lavoratori stranieri che si ritrovano con un permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, non rinnovato o convertito in altro titolo di soggiorno, e che prima di tale data hanno lavorato nei settori in questione, possono chiedere il rilascio di un permesso di soggiorno temporaneo della durata di sei mesi decorrenti dalla data di presentazione dell’istanza.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Regolarizzazione migranti, via alle domande. Le cose da sapere"

Leave a comment