Permesso di soggiorno contraffatto : arrestata colombiana a Perugia

perugia questura colombiana permesso soggiornoperugia questura colombiana permesso soggiorno

La polizia di Stato ha tratto in arresto una colombiana che se ne andava in giro con un permesso di soggiorno contraffatto. Era rientrata in Italia priva dell’autorizzazione di rientro dopo essere stata oggetto di decreto espulsivo risalente al 2010.

La donna domiciliata al momento del fermo si trovava presso una struttura ricettiva a Perugia (un albergo del centro) e al controllo degli agenti ha tirato fuori il permesso di soggiorno delle autorità spagnole in quanto coniugata con cittadino comunitario.

Le forze dell’ordine avevano però la segnalazione SIS che in capo alla colombiana era stato eseguito un accompagnamento alla frontiera su disposizione di provvedimento espulsivo del Prefetto della provincia di Cagliari nel duemiladieci. Quindi condotta la donna in questura hanno scoperto il rientro in Italia priva della specifica autorizzazione del TU immigrazione.

La polizia scientifica è stato appurato che il permesso di soggiorno spagnolo mostrava delle anomalie che lo rendevano di tutta evidenza contraffatto.

La colombiana non ha saputo spiegare il motivo della permanenza in Italia, conseguenza inevitabile l’arresto per violazione della legge sugli stranieri art. 13 comma 13 del Testo Unico Immigrazione e per possesso di documento d’identità falso. Nella giornata di venerdì 8 luglio il giudizio la direttissima.

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin
Webmaster ed esperto in diritto immigrazione