Odori sgradevoli in condominio a rischio condanna

odori molesti condominioodori molesti condominio

70mila persone si rivolgono agli avvocati per immissioni intollerabili di odori

Se siete amanti della cucina ed amate cucinare con spezie ed aromi forti, dovete stare molto attenti in quanto potrebbe essere reato e potrete essere citati per danni dai vicini di casa. Alcuni giorni fa la cassazione ha condannato per la prima volta una famiglia per molestie olfattive.

Sembra che questo sia un nuova fattispecie di reato. La cassazione è arrivata a questa conclusione (odori molesti Cassazione sentenza 14467/2017) dopo che alcune famiglie di un condominio di un palazzo a Monfalcone si sono lamentate per le emissioni di fumi. Possiamo dirvi che in un anno circa un milione di cause civili sono nate proprio da liti condominiali e nella maggior parte di esse c’era come oggetto principale il cibo.

Di solito le lamentele arrivano o per il vicino molesto o anche per il ristorante sotto casa le cui emissioni possono invadere l’ambiente circostante. Dopo tutte queste richieste moltissimi hanno citato vicini e proprietari di ristoranti a risarcire i danni morali e quelli materiali.

In molti raccontano di disagi psicologici di depressioni proprio provocate da odori che arrivano dal locale o dall’appartamento del vicino. Sono in molti coloro che hanno deciso di cambiare casa dopo che le puzze diventavano insopportabili.

Ovviamente bisogna anche dire che ci deve essere una giusta proporzione nelle cose. Infatti stando alle ultime indiscrezioni sembra che c’era una signora che voleva denunciare un altra signora solo perchè quest’ultima cucinava il brodo di pollo alle otto del mattino.

Possiamo dire che nella maggior parte dei condomini le liti che nascono dal punto di vista culinario sono legate alle differenze culturali. Ad esempio noi che siamo abituati all’odore del pomodoro possiamo trovare molto sgradevole l’odore dell’aglio che di solito utilizzano gli orientali che abitano nei nostri condomini.

Quindi nella maggior parte dei casi possiamo dire che le cause vengono fatte da persone che hanno differenti abitudini culinarie e non solo.

Ovviamente per arrivare al risarcimento dei danni bisogna anche confermare e provare l’esistenza del danno che riguarda l’odore e confermare anche il disagio olfattivo. Per essere risarciti dei danni bisogna ricreare l’odore sgradevole con il perito del tribunale che confermerà la cosa. Ma andiamo a vedere quali sono le situazioni che di più scatenano le tensioni tra vicini di condominio.

Ad esempio l’uso senza contegno delle parti comuni del condominio. O ancora con rumori che arrivano da altri appartamenti, per causa degli animali domestici o ancora per i fumi ed i cattivi odori. Per quanto riguarda i cattivi odori possiamo dirvi che la prima causa non è affatto quella della cucina in quanto come prima causa c’è quella della spazzatura nelle parti comuni del condominio.

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin

Webmaster ed esperto in diritto immigrazione

Be the first to comment on "Odori sgradevoli in condominio a rischio condanna"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*