Milano, uno straniero su due non paga la multa

milano multe stranieri

La metà delle multe comminate ad auto straniere a Milano non vengono pagate.

E’ quanto emerge dai dati forniti dal Comune del capoluogo lombardo, riportati anche dal quotidiano “Il Giorno”. Tra gli automobilisti stranieri più indisciplinati troviamo i cittadini svizzeri, con 26.377 multe inflitte dai vigili nel 2018 a Milano per violazione del codice della strada.

A seguire troviamo i tedeschi, con 12.357 multe, i francesi, con 9.580 infrazioni, i cittadini USA (9.146) e gli spagnoli, a cui sono state inflitte 5.196.

Come rilevato dal Comune di Milano, meno della metà di queste sanzioni sono state poi effettivamente pagate dalle persone che avevano commesso tali infrazioni.

A ciò bisogna aggiungere anche la difficoltà nel far recapitare la multa all’indirizzo del “trasgressore”, che spesso si trova dall’altra parte del globo.

Per tutti questi motivi il Comune milanese ha deciso di intervenire, approvando le linee guida della gara europea per l’affidamento del servizio di notifica e riscossione dei verbali.

L’obiettivo è arrivare ad un servizio che preveda l’individuazione, attraverso banche dati, del proprietario del veicolo e l’invio del verbale non più soltanto in lingua italiana, ma anche nella lingua del luogo di notifica e, con la stessa modalità, dell’ordinanza-ingiunzione prefettizia.

La vicesindaco Anna Scavuzzo ha tenuto a precisare che rispetto agli anni precedenti si registra un aumento di notifiche di verbali a vetture di proprietà di cittadini stranieri, ma anche una crescita di sanzioni pagate.

La Scavuzzo ha precisato che l’invio del verbale anche in lingua madre “eviterà la barriera linguistica e faciliterà i trasgressori a comprendere il testo del verbale e nello stesso tempo il pagamento”.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Milano, uno straniero su due non paga la multa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*