“Mi obbligava a seguire le leggi islamiche”, donna denuncia il compagno per abusi

tribunale islam donna

La costringeva a seguire le regole islamiche in maniera ferrea, impedendole qualsiasi tipo di libertà e rendendosi protagonista anche di maltrattamenti nei suoi confronti.

Il caso riguarda un uomo, originario di un paese arabo, portato in Tribunale dalla sua ex compagna che lo ha denunciato per maltrattamenti. Un processo che si è sviluppato anche in sede civile per l’affidamento del figlio.

La donna, che proviene da un paese dell’Est Europa, ha conosciuto l’accusato a Pisa. Un incontro che è sbocciato ben presto in qualcosa di più, con i due che si innamorano e hanno un figlio.

Tuttavia, ben presto le cose cominciano ad andare male e l’individuo si mostra per quello che è, ovvero un uomo violento che costringe la sua compagna a seguire le regole dell’Islam più estremista.

“Mi costringeva a seguire le regole dell’Islam più estremista – ha spiegato la donna – a indossare vestiti lunghi, a non salire sui mezzi pubblici e non potevo andare al mare”. Regole da seguire per forza, dato che l’uomo avrebbe più volte minacciato di picchiarla o ucciderla. Tuttavia, in sua difesa, l’arabo sostiene di non essere un musulmano praticante e di non seguire nemmeno il Ramadan.

La donna, come riportato anche dal quotidiano “La Nazione”, ha comunque confermato di aver subito abusi dal suo ex compagno. Il processo civile ha stabilito che il bambino resterà con la madre, ma che il padre ha diritto di visita.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "“Mi obbligava a seguire le leggi islamiche”, donna denuncia il compagno per abusi"

Leave a comment