Lavavetri senza permesso di soggiorno. Fermato e subito rimpatriato

lavavetri

Si faceva trovare tutti i giorni allo stesso semaforo, tentando di lavare i vetri delle macchine in sosta temporanea per ottenere qualche spicciolo.

Da tempo, i cittadini di Perugia avevano segnalato alle forze dell’ordine la presenza di un uomo al semaforo di via Settevalli.

Nella giornata di ieri, la Polizia Locale e gli agenti della Questura hanno deciso di intervenire, recandosi sul posto.

Gli uomini in divisa hanno quindi fermato un uomo di 30 anni, di nazionalità maghrebina, e lo hanno accompagnato in Questura per procedere all’identificazione.

Le indagini delle forze dell’ordine hanno permesso di scoprire che il lavavetri non aveva mai ottenuto il rilascio del permesso di soggiorno e già in passato aveva ricevuto un provvedimento di allontanamento, mai rispettato.

Inoltre, sempre stando a quanto rilevato dalla Polizia Locale di Perugia, il maghrebino aveva anche dei precedenti per danni al patrimonio.

Attualmente, il 30enne era ospitato da alcuni connazionali all’interno di un alloggio situato in via San Pietrino, sempre nel capoluogo umbro.

In seguito agli accertamenti e al quadro emerso, il lavavetri è stato condotto dinanzi al Giudice di Pace, che ha convalidato l’espulsione del 30enne.

Il provvedimento è stato eseguito ieri pomeriggio: l’uomo è stato imbarcato sul volo di ritorno per il suo Paese.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Lavavetri senza permesso di soggiorno. Fermato e subito rimpatriato"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*