Karl Lagerfeld protesta contro la Merkel: rinuncia alla cittadinanza tedesca ?

Tutti conosciamo Karl Lagerfeld, anche se non siamo appassionati di moda. Lagerfeld è una leggenda, un uomo che ha saputo conquistare il mondo della moda partendo dal basso. Il suo nome genera stupore, invidia ed eccellenza. La qualità dei suoi abiti e il suo estro creativo sono noti ai più.

Di recente, Lagerfeld, che è sempre stato molto pacato agli occhi del pubblico, si è schierato apertamente contro Angela Merkel, la cancelliera tedesca. Contrariamente al mondo dello spettacolo, l’Alta Moda, fino ad oggi, era rimasta fuori dalla politica. Lagerfeld, evidentemente provato dalle politiche del suo paese, ha deciso di alzare la voce.

Karl Lagerfeld si esprime duramente contro la politica della Merkel

Lo stilista, che si occupa della linea di Chanel, un altro marchio noto per l’alta qualità, ha rilasciato di recente un’intervista. Le sue parole sono molto dure e sono tutte contro la cancelliera. Al settimanale francese Le Point, Lagerfeld ha confessato che sta pensando di rinunciare addirittura la cittadinanza tedesca.

Nato ad Amburgo circa 85 anni fa (la sua reale data di nascita è un mistero per molti), Lagerfeld si è detto sorpreso dell’alleanza che la Cancelliera avrebbe concesso alla Afd.

Nel 2017, quest’ultima si è imposta nel fronte politico tedesco: i suoi ideali? Anti europeismo, idee di ultra destra, antisemitismo e conservatorismo.

La lista di queste “qualità” ha preoccupato Lagerfeld, ma anche molti tedeschi, che non hanno dimenticato l’orrore della Seconda Guerra Mondiale.

Una vergogna, dunque, per loro, ammettere di avere in casa delle persone con ideali del genere. Tutt’oggi, i tedeschi sono ferocemente criticati per Adolf Hitler e vengono spesso stigmatizzati come un popolo chiuso e pericoloso.

La Cancelliera ha dato il suo sostegno a un partito con idee antisemite

Negli ultimi anni, il popolo tedesco aveva lavorato sodo per cancellare questi pregiudizi nella mente delle persone. Lavoro che si sta “vanificando” con gli ultimi interventi della Merkel.

Così si esprime Lagerfeld: «Perché la Merkel continua così? Che bisogno aveva di dire che doveva accogliere un milione di migranti? Dobbiamo ricordare il passato tedesco, odio la Merkel perché lo ha dimenticato».

Parole molto forti, dunque, che si imprimono nell’immaginario collettivo. Lagerfeld non sopporta che la Merkel abbia dato voce ai neonazisti di tornare alla ribalta e avere potere in parlamento: «Se la Merkel continua su questa linea, rinuncio alla cittadinanza tedesca. Non voglio fare parte di questo club neo-nazista. Non voglio diventare francese, non mi piacciono le nazioni. Io sono un cosmopolita. Non mi sento tedesco, sono anseatico».

I proprietari della maison Chanel sono ebrei

Forse dovremmo aggiungere che il suo odio verso la Merkel si deve in parte alla casa Chanel, mito di Mademoiselle Coco. La maison di Rue Cambon è di proprietà della famiglia ebrea dei Wertheimer.

Un buon motivo, dunque, per prendere le distanze dalla politica della Merkel. Dopotutto, Lagerfeld è sempre stato famoso per le battaglie combattute a sostegno degli omosessuali.

Eravamo certi che anche in questo caso il buon Karl avesse preso le parti dei più deboli.

Be the first to comment on "Karl Lagerfeld protesta contro la Merkel: rinuncia alla cittadinanza tedesca ?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*