Ius Soli, Merlo (MAIE): “Sono contrario, meglio lo Ius Sanguinis”

ricardo merlo ius soli

La discussione sullo Ius Soli torna di tanto in tanto ad interessare il dibattito politico nel nostro Paese.

Qualche giorno fa, l’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva attaccato frontalmente il suo partito, il PD, di cui è stato anche segretario, per essere stato troppo “pavido” sulle questioni riguardanti l’immigrazione e anche sullo Ius Soli, rivolgendosi in particolare all’esecutivo guidato da Gentiloni che ha portato a termine la scorsa legislatura prima delle elezioni politiche del 4 marzo 2018.

Qualche mese fa si era tornati a parlare di Ius Soli in seguito alla vicenda che ha visto protagonisti Adam e Rami, i due giovanissimi nati in Italia da genitori egiziani che hanno sventato il folle piano dell’autista dello scuolabus a Sesto San Giovanni.

Ma i due ragazzini aspettano ancora il conferimento della cittadinanza italiana, e nessuno ha più parlato di “estensione” a tutti coloro nati in Italia da genitori stranieri.

L’ultimo intervento sulla materia è quello del sottosegretario agli Esteri, Ricardo Merlo, fondatore del Movimento Associativo Italiani all’Estero (MAIE) di cui attualmente ricopre il ruolo di Presidente.

Merlo, in un’intervista video pubblicata sul sito web della rivista “Insieme”, afferma la sua contrarietà allo Ius Soli, ma si dice invece favorevole allo Ius Sanguinis, ovvero all’espressione giuridica che indica la possibilità di ottenimento della cittadinanza italiana per tutti coloro nati da un genitore che risulta effettivamente in possesso della cittadinanza stessa.

“Non dovremmo avere paura di questi problemi – ha detto Merlo durante l’intervista – perché è sempre meglio che una proposta venga fatta dagli italiani all’estero che da coloro che sono stati eletti in Italia. Perché abbiamo una visione diversa”.

Per Merlo l’Italia “non ha bisogno dello Ius Soli” proprio perchè è già esistente un meccanismo per garantire ai figli di immigrati nati in territorio italiano l’opzione per la cittadinanza italiana.

“Non è il momento di introdurre lo Ius Soli in Italia”, ha poi aggiunto il presidente del MAIE.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Ius Soli, Merlo (MAIE): “Sono contrario, meglio lo Ius Sanguinis”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*