Cittadinanza ‘Ius soli’, prevista manifestazione per chiedere la riforma

L’idea è partita su Facebook e in poco tempo ha trovato molte adesioni. Bel giorno della festa dell’Europa si chiederà al Parlamento di riprendere la discussione sulla nuova cittadinanza

Una grande manifestazione popolare, in programma il prossimo 9 maggio a Roma, per ribadire che loro non si sentono fantasmi e vogliono al più presto invece essere riconosciuti: è questo il progetto dei “nuovi italiani”, quelli che spingono per la riforma della legge sulla cittadinanza con punti sullo ‘ius soli’ e non più solo sullo ‘ius sanguinis’.

Prendendo spunto anche da quanto successo di recente con i casi di Rami e Adam, i due studenti protagonisti a loro modo del drammatico salvataggio di professori e compagni dirottati sul bus a San Donato Milanese, sono molte le associazioni che chiedono all’attuale governo un cambio di marcia sulla materia.

Vogliono difendere i diritti di quelli che considerano italiani a tutti gli effetti anche se sono figli di immigrati e così è nata l’idea di una marcia pacifica nella Capitale per rilanciare l’interesse generale.

Come spesso succede negli ultimi tempi, il motore dell’iniziativa è stato il web.

L’idea è stata infatti lanciata su Facebook e in poco tempo ha già raccolto molte potenziali adesioni di associazioni e singoli cittadini che puntato a mettere insieme istanze comuni tutti indirizzate verso lo stesso scopo finale, il riconoscimento di diritti ritenuti fondamentali.

Come sottolinea l’associazione ‘Neri Italiani‘ infatti “ad almeno un milione di italiani viene negato un diritto fondamentale.

Vogliamo affrontare la questione della cittadinanza in maniera adulta, senza farci più influenzare dai partiti politici e riportare in Parlamento il tema della riforma dello ius soli e culturae”.

La data del 9 maggio non è stata scelta a caso. Quello è il giorno in cui si festeggia l’Unione europea e quindi simbolicamente molto importante per lanciare un nuovo messaggio di integrazione.

Se il governo non vuole mettere in agenda lo ‘ius soli’, almeno secondo gli organizzatori potrebbe tornare in ballo lo ‘ius culturae’ che prevede la concessione della cittadinanza italiana per chi avvia frequentato con continuità un ciclo scolastico quinquennale nel nostro Paese con profitto.

Come scrivono gli organizzatori su Facebook “pensiamo sia giunto il momento di riprendere la lotta e di affrontare il tema della cittadinanza in maniera adulta, senza farci influenzare dai vari partiti politici”.

Così quello del 9 maggio sarà solo il primo appuntamento di una serie che fino al 2 giugno, festa della Repubblica possa convincere il Parlamento a riprendere in mano una riforma per eliminare le diseguaglianze sociali e politiche ancora presenti in Italia.

About the Author

Avatar
Sonia
Articolista in settore immigrazione di navigata esperienza

Be the first to comment on "Cittadinanza ‘Ius soli’, prevista manifestazione per chiedere la riforma"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*