Falsi documenti per favorire permesso di soggiorno. Denunciati due imprenditori e un albanese

Avevano realizzato dei finti documenti che attestavano un rapporto di lavoro subordinato nei fatti mai esistito. Tutto questo per consentire il rinnovo di un permesso di soggiorno che altrimenti non sarebbe stato possibile.

I responsabili di questa truffa sono due piccoli imprenditori genovesi di 57 e 26 anni, mentre l’uomo che ha acconsentito a questo raggiro pur di ottenere il permesso di soggiorno è un cittadino albanese di 38 anni.

Tutti e tre sono stati denunciati – a piede libero, ndr – dai finanzieri del comando provinciale di Genova. I due imprenditori e il 38enne devono rispondere del reato di falso: i primi hanno ceduto i documenti falsi al cittadino albanese, il secondo ne ha usufruito. Una storia che andava avanti addirittura da tre anni.

Il cittadino albanese ha infatti utilizzato i documenti che attestavano un inesistente rapporto di lavoro subordinato, ovvero buste paga e lettere di assunzione, per richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno alle autorità competenti.

Il 38enne era già noto alle forze dell’ordine dato che aveva già avuto in passato problemi con la giustizia (possesso di stupefacenti).

I due piccoli imprenditori genovesi sono stati denunciati anche per aver violato le norme contenute nel “Testo Unico sull’Immigrazione”, favorendo di fatto la presenza di un irregolare nel territorio nazionale.

I controlli da parte delle Fiamme Gialle sono scattati di recente, dopo che il 38enne albanese è stato arrestato nell’ambito di un’operazione antidroga del nucleo di polizia economico-finanziaria di Genova, coordinata dalla direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo, che ha permesso il rinvenimento di 77 kg di cocaina situati in alcuni container nel porto del capoluogo ligure.

Dopo aver svolto con accuratezza le indagini, basandosi sulla denuncia presentata dalla Guardia di Finanza genovese, la procura della Repubblica di Genova ha rinviato a giudizio i due piccoli imprenditori e il cittadino albanese. I tre ora rischiano grosso.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Falsi documenti per favorire permesso di soggiorno. Denunciati due imprenditori e un albanese"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*