Doppio passaporto per i sudtirolesi, l’Austria ci ripensa

austria doppio passaporto

Brutte notizie per i cittadini sudtirolesi. Fino a poche settimane fa sembrava che si stessero aprendo le porte per il doppio passaporto, italiano e austriaco, per tutte le persone residenti in Sud Tirolo, nonostante nello scorso autunno un sondaggio avesse evidenziato che il 60% degli altoatesini non fosse interessato all’ottenimento del passaporto austriaco.

Ora, stando a quanto rivelato dall’AGI, sembra che il nuovo governo austriaco abbia fatto dietrofront. La coalizione che forma la maggioranza che sostiene il nuovo esecutivo, composta dal Partito Popolare della OeVP (Kurz) e dai Verdi (Kogler), ha prodotto un accordo di oltre 200 pagine (presentato ieri, ndr) dove l’idea del doppio passaporto pare definitivamente tramontata.

Nel documento, infatti, si fa riferimento solo ad un’assistenza “alle vittime del nazismo e i loro discendenti nel procedimento a ricevere la doppia cittadinanza”.

Eppure i favorevoli al doppio passaporto continuano ad essere molti. I più agguerriti in tal senso sono i secessionisti del movimento popolare della Suedtiroler Freheit, che vede come fondatrice e numero uno la famosa Eva Klotz.

Una piccola frenata era arrivata di recente anche dal Capo dello Stato austriaco, Alexander Van der Bellen, che aveva ritenuto il doppio passaporto una questione da discutere necessariamente con il governo italiano e con la Provincia Autonoma di Bolzano.

Anche da Roma non sono mai arrivati appoggi entusiastici alla proposta del doppio passaporto.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Doppio passaporto per i sudtirolesi, l’Austria ci ripensa"

Leave a comment