Decreto Flussi 2018, i moduli per l’invio telematico

decreto flussi 2018

Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 16 gennaio 2018, il Decreto Flussi è una realtà e si possono cominciare ad inoltrare le domande.

In particolare per il lavoro non stagionale e il lavoro autonomo i moduli per la precompilazione delle istanze sono disponibili dalle ore 9 del 18 gennaio 2018 sono stati messi a disposizione, mentre dalle ore 9 del 23 gennaio 2018 sarà possibile inviare le domande vere e proprie.

Invece per il lavoro subordinato stagionale le tempistiche sono le seguenti: dalle ore 9 del 24 gennaio 2018 saranno disponibili i moduli per la precompilazione delle domande e dalle ore 9 del 31 gennaio 2018 sarà possibile inviare le domande. Entrambe le tipologie di moduli saranno disponibili fino a tutto il 31 dicembre 2018.

I modelli di domanda da utilizzare per il Decreto Flussi 2018 sono i seguenti:
Modelli A e B per i lavoratori di origine Italiana residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile.
Modello BPS richiesta nominativa di nulla osta riservata all’assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali.
Modello LS conversioni dei permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altro Stato membro dell’UE in permesso di lavoro subordinato.
Modello LS1 richiesta di Nulla Osta al lavoro domestico per stranieri in possesso di un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo.
Modello LS2 conversioni dei permessi di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altro Stato membro dell’UE in lavoro autonomo.
Modello VA conversioni dei permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale in permesso di lavoro subordinato.
Modello VB conversioni dei permessi di soggiorno per lavoro stagionale in lavoro subordinato.
Modello Z conversione dei permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale in lavoro autonomo.
Modello C richiesta di nulla osta al lavoro subordinato stagionale

Ricordiamo che la quota complessiva di 30.850 unità è riservata ai lavoratori subordinati stagionali non comunitari cittadini dei seguenti Paesi di provenienza: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin
Webmaster ed esperto in diritto immigrazione