Decreto flussi 2017, dal 14 marzo al via la compilazione

visto cure mediche stranieri in italiavisto cure mediche stranieri in italia

Decreto Flussi 2017: tutto quello che dovete sapere

È in arrivo il decreto flussi 2017, che sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale a partire da oggi, lunedì 13 marzo, e che regolamenta gli ingressi per il lavoro e si occupa di convertire i permessi di soggiorno, per un totale di 30.850 posti.

Le domande, fin dal 14 marzo p.v., potranno essere precompilate e salvate sul sito nullaostalavoro.dlci.interno.it, ma si potrà procedere con l’invio solo a partire dal 20 marzo prossimo.

Diverso, invece, il discorso per il lavoro stagionale, per il quale gli invii saranno possibili solo a partire dal 28 marzo, mentre già una settimana prima, a partire dal 21 marzo, sarà possibile precompilarli e salvarli.

Da Decreto, pertanto, sono previsti differenti scaglioni: andiamo a riassumerli.

Conversione dei permessi di soggiorno e ingressi di lavoro non stagionale e autonomo: invio dal 20 marzo.

Ingressi di lavoro stagionale: invio dal 28 marzo.

Le domande vanno presentate tutte entro il 31 dicembre 2017.

Andiamo a vedere come verranno ripartite le 30.850 quote.

Conversioni: quota complessiva 10.850

Per quanto attiene le conversioni, la quota andrà così ripartita:

  • Lavoro stagionale: 5.750 posti;

  • Permessi per lo studio, il tirocinio o la formazione: 4.000 posti;

  • Permessi per lavoro subordinato per lavoratori per lungo soggiornanti rilasciati da altri stati UE: 500 posti;

  • Permessi per lavoro autonomo: 100 posti.

Ingressi: quota complessiva: 20.000

Per quanto attiene agli ingressi, la quota andrà così ripartita:

  • Lavoratori stagionali per settore agricolo, turistico: 17.000 posti;

  • Lavoratori che hanno completato nel proprio paese di origine la formazione: 500 posti;

  • Lavoratori subordinati non autonomi o stagionali di origine italiana, ma residenti in uno dei seguenti Paesi: Argentina, Brasile, Uruguay, Venezuela: 100 posti;

  • Imprenditori che intendano finanziare con almeno 500.000 € – derivanti da fonti lecite – che creino almeno 3 posti di lavoro; liberi professionisti; artisti di chiara fama internazionale: 2.400 posti.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin
Webmaster ed esperto in diritto immigrazione