Decreti sicurezza, la Casa della Carità: “Vanno abrogati, modifiche non bastano”

decreto sicurezza casa della carità

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha confermato durante il programma Otto e Mezzo (in onda su La7) che i decreti sicurezza subiranno modifiche rispetto all’impianto fortemente voluto dall’ex responsabile del Viminale, Matteo Salvini, e approvato in Parlamento grazie ai voti favorevoli di M5S e Lega (che appoggiavano il precedente governo Conte).

In particolare, la Lamorgese si è soffermata sulla protezione umanitaria, annunciando un aumento delle categorie per ottenerla.

Un cambio di rotta rispetto alla “tolleranza zero” imposta da Salvini e dalla Lega, ma per la Casa della Carità si tratta di un impegno ancora insufficiente.

La Fondazione diretta da Don Virginio Colmegna ritiene che i decreti sicurezza debbano essere assolutamente abrogati.

“E’ l’unico modo – si legge in una nota della Casa della Carità –  per superare la cultura di chiusura e di esclusione che li ha promossi, che vede l’immigrazione esclusivamente come un problema di ordine pubblico, che non tiene conto dei tanti percorsi positivi di integrazione che molti cittadini stranieri hanno intrapreso nel nostro Paese”.

La Fondazione sostiene che l’immigrazione vada regolata con una nuova legge in merito, che superi la Bossi-Fini attualmente in vigore.

“È indispensabile aprire canali di ingresso regolare in Italia e in Europa e servono nuove forme di regolarizzazione degli stranieri che hanno già iniziato un percorso di inclusione, che non siano limitate ai cosiddetti decreti flussi peraltro poco utilizzati – afferma la Casa della Carità – Bisogna passare, nella gestione dell’immigrazione, da una visione emergenziale a una visione di lungo periodo”.

Don Virginio Colmegna, presidente della Fondazione, chiede alla politica uno slancio di coraggio nel cogliere la grande occasione determinata dalla proposta di legge di iniziativa popolare presentata da “Ero Straniero”, in modo tale da rendere finalmente possibili “misure concrete, realizzabili e di buon senso”.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Decreti sicurezza, la Casa della Carità: “Vanno abrogati, modifiche non bastano”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*