Coronavirus, permessi di soggiorno bloccati per tutto marzo 2020

permesso di soggiorno coronavirus

Il decreto sull’emergenza coronavirus ha delle ricadute anche sul rilascio dei permessi di soggiorno.

Nella versione finale del decreto legge, che il Parlamento ha approvato in seguito al diffondersi dell’epidemia di coronavirus, è stata infatti inserita anche una norma che prevede la sospensione dei procedimenti di rilascio del permesso di soggiorno.

La scelta è dettata dall’esigenza di avere a completa disposizione il personale della Polizia di Stato, con un impiego più intenso nelle attività sul territorio.

La sospensione avrà una durata di 30 giorni: pertanto, tutte le pratiche relative al rilascio o al rinnovo dei permessi di soggiorno saranno sospese fino al mese di aprile, salvo diverse disposizioni.

Il provvedimento inserito nel DL interessa principalmente i termini per la conclusione di procedimenti amministrativi relativi al rilascio dei permessi di soggiorno degli stranieri.

Ma non è tutto, visto che la sospensione inserita nel decreto coronavirus riguarda anche i termini per la presentazione delle richieste di primo rilascio e del rinnovo del permesso di soggiorno, come riportato dal Sole 24 Ore.

La sospensione di 30 giorni è stata stabilita anche per la conclusione di procedimenti che riguardano autorizzazioni per le “agenzie di affari” (e quindi agenzie immobiliari, doganali, teatrali, onoranze funebri, matrimoniali, ecc.), istituti di vigilanza, punti scommesse, negozi “compro oro” e altri ancora.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Coronavirus, permessi di soggiorno bloccati per tutto marzo 2020"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*