Commissione tutela dei diritti umani : presidenza ad una leghista, polemiche

Sta suscitando un certo scalpore l’elezione di Stefania Pucciarelli a presidente della Commissione per la tutela dei diritti umani.

La senatrice, eletta con la Lega, è stata protagonista più volte in passato di episodi molto discutibili, con espliciti riferimenti a ruspe nei confronti dei rom, fino ad arrivare ad apprezzamenti per commenti dai contenuti molto violenti.

E’ in particolare questo episodio a mandare su tutte le furie l’opposizione, in prima fila il Partito Democratico.

Nel 2017, infatti, la Pucciarelli aveva tranquillamente messo un “like” al commento di un utente sul profilo Facebook della senatrice del Carroccio: “Vogliono la casa popolare, un forno gli darei”, scriveva il follower dell’esponente leghista, ottenendo l’apprezzamento della stessa. Stefania Pucciarelli successivamente tolse quel “mi piace”, ma subì comunque una querela e una comparizione in Tribunale lo scorso 3 ottobre perchè accusata di reato inerente la “propaganda di idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico“.

Ma la neo presidente della Commissione per la tutela dei diritti umani è incappata anche in altre situazioni poco edificanti. Solo pochi giorni fa, la senatrice leghista aveva elogiato l’intervento delle ruspe, intervenute per sgomberare un campo nomadi di via Gragnola, a Castelnuovo Magra, in provincia di La Spezia. “Un altro passo avanti per ristabilire la legalità”, aveva scritto la Pucciarelli sul suo profilo FB.

La Lega difende la sua senatrice e si complimenta con lei per l’elezione. Stefania Pucciarelli ha uno spiccato senso di responsabilità e una comprovata esperienza politica – fanno sapere dal Carroccio – grazie alla quale saprà attendere ai compiti cui è chiamata dedicandosi con imparzialità, rispetto istituzionale e grande attenzione verso una tematica trasversale e di fondamentale importanza per la convivenza civile delle moderne democrazie”.

Ma la sua elezione sta scatenando un mare di polemiche.

Sul piede di guerra è soprattutto il PD, che ribadisce come una presidenza così importante e significativa sia stata affidata ad un personaggio che ha più volte palesato tendenze xenofobe.

La commissione diritti umani nelle mani della senatrice della Lega Pucciarelli, nota xenofoba, è il segno di una vergognosa irrisione delle vittime di violazione dei diritti“, afferma Gennaro Migliore, che punta il dito anche contro il Movimento 5 Stelle: la Pucciarelli ha infatti ottenuto anche i voti dei pentastellati.

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Commissione tutela dei diritti umani : presidenza ad una leghista, polemiche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*