Cittadinanza del Kazakistan revocata agli estremisti

Kazakistan, i terroristi perderanno la cittadinanza

Il presidente kazako Nursultan Nazarbaev ha annunciato pubblicamente la riforma della legge sulla cittadinanza del Kazakistan : agli affiliati a organizzazioni estremiste verrà tolta la cittadinanza

Gli ultimi terrificanti attentati in Europa, tra Stoccolma e San Pietroburgo, sembrano avere un amatrice chiara e colpevoli che arrivano da Paese dell’ex colosso sovietico a maggioranza musulmana come Kirghizistan e Kazakistan.

E proprio il governo di quest’ultima nazione sembra aver deciso di passare all’azione con un provvedimento che fa già molto discutere ma che sembra figlio dei tempi, ossia la perdita del passaporto kazako per tutti i cittadini che decidono di aderire alle organizzazioni estremiste.

L’annuncio è stato dato direttamente da Nursultan Nazarbaev, presidente del Kasakistan, che nel corso di un’intervista televisiva ha annunciato la riforma: “Se un nostro connazionale – ha anticipato – va all’estero e si associa a un’organizzazione estremista, automaticamente perderà la cittadinanza e non potrà più tornare in patria”.

Un provvedimento che nasce da un dato praticamente certo: attualmente nelle file dell’ISIS sono stati arruolati circa 500-600 estremisti di nazionalità kazaka, ma soprattutto secondo gli ultimi i dati forniti dall’Fbi circa 7mila uomini provenienti da Kazakistan, Tagikistan, Kirghizistan, Uzbekistan e Turkmenistan farebbero parte di organizzazioni terroristiche, a cominciare dal sedicente Stato Islamico.

Quello che Nazarbaev però nel suo annuncio non ha ancora specificato sono i tempi di questa riforma della cittadinanza kazaka e soprattutto a quale autorità nazionale toccherà decidere in base a quali prove i presunti terroristi possano essere privati della cittadinanza. Ma ormai sembra che non ci siano margini di ripensamento:

“Noi abbiamo praticato metodi di dissuasione – ha aggiunto il presidente kazako – con chi è tornato dopo la militanza nelle file dell’ISIS ma senza successo e allora abbiamo preso la decisione di sbarrare loro la strada in patria”.

Una strada che presto potrebbe anche essere presa da altri Stati europei e asiatici nei quali il fenomeni del terrorismo legato all’ISIS ma non solo sta diventando molto più di una semplice moda.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

About the Author

stranieri-admin
stranieri-admin

Webmaster ed esperto in diritto immigrazione

Be the first to comment on "Cittadinanza del Kazakistan revocata agli estremisti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*