Chiara Ferragni: la cittadinanza americana per il figlio

Il figlio di Chiara Ferragni e Fedez fa parlare di sé, inevitabilmente. Come? Il piccolo non ha neanche compiuto un anno ed è già al centro delle attenzioni morbose di tutto il mondo.

Ogni mossa dei suoi genitori, viene costantemente criticata. I due sono spesso presi di mira sui social, per l’alta esposizione mediatica che riservano al loro figlio.

Molti sono i commenti di persone normali, che non comprendono affatto come si possa esporre in questo modo la propria creatura. Niente, alla fine, che molti non facciano già sui Social Network, quando vengono pubblicate le foto dei propri nipoti o degli stessi figli.

Qual è la differenza ? Che le persone comuni non sono normalmente seguite da milioni di fan in tutto il mondo.

Leone Lucia è un cittadino italoamericano

In questo modo, ogni foto postata dalla Ferragni e da Fedez è soggetta a commenti molto poco carini e che sfociano in veri e propri insulti alla loro attività genitoriale.

Certo, la Ferragni è una fashion blogger, lanciatissima ormai da tutte le case di moda del mondo. Non è affatto raro ormai vederla protagonista di scatti fotografici insieme al grande Mario Testino.

Molti dei risultati che ha raggiunto, li deve sopratutto all’America, che l’ha accolta come una figlia. Chiara è residente in pianta stabile a Los Angeles e anche Fedez l’ha seguita ultimamente, soprattutto per starle vicino negli ultimi mesi della gravidanza.

Nelle ultime foto che ha condiviso del suo privato, possiamo vedere il certificato di nascita di Leone Lucia: il bambino è fieramente italoamericano. Come funziona la cittadinanza americana ? Mentre la cittadinanza italiana si ottiene mediante il tanto discusso Ius Sanguinis, ovvero il diritto di sangue, non funziona così per la cittadinanza americana.

Ius Sanguinis e Ius Soli: qual è la differenza?

Per ottenere la cittadinanza americana, infatti, basta nascere in un luogo americano: il diritto che si esprime a riguardo è lo Ius Soli. Per quest’ultimo, si è molto battuto l’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi, segretario del Partito Democratico.

Certo, i due diversi diritti hanno vantaggi e svantaggi: Leone Lucia non dovrà mai fare richiesta di ritornare negli Stati Uniti in qualità di cittadino esterno, poiché ormai ha la cittadinanza. Anche se il bambino dovesse cambiare residenza e tornare in Italia con i genitori, rimarrà sempre un italoamericano.

La cittadinanza italiana, invece, l’ha ottenuta essendo il figlio di sangue dei suoi genitori, ovvero due persone italiane, che sono nate in Italia e che ci hanno vissuto.

Leone Lucia ha già il passaporto

Per coloro che vorrebbero avere la cittadinanza italiana, non è così semplice come nel caso di Leone Lucia. Lo stato italiano, infatti, non prevede lo Ius Soli e probabilmente non se ne discuterà per un po’, dato che le urgenze al governo sono attualmente altre.

Un ottimo colpo per i due neo genitori, che in questo modo non dovranno occuparsi delle scartoffie per ogni viaggio e spostamento: al piccolo è stato già fatto persino il passaporto. La Ferragni e Fedez hanno fatto bene i conti, insomma.