Cittadinanza italiana per Belen Rodriguez e il rinnovo del permesso della sorella Cecilia

belen rodriguez passaporto italiano

Belen Rodriguez italiana, presto la cittadinanza

Dopo dodici anni di vita in Italia, ‘attraverso‘ i suoi nonni emigrati in Argentina dalla città di La Spezia la showgirl sta per prendere la nostra cittadinanza

Belen Rodriguez frequenta il nostro Paese da più di due lustri ed è ormai di casa nella vita di molti italiani, ma fino ad oggi non aveva mai ottenuto la nostra cittadinanza pur potendo contare sulle origini liguri dei nonni da parte di sua mamma, Veronica Cozzani, che è nata a Buenos Aires ma non ha mai rinnegato la provenienza da La Spezia dei suoi.

E presto anche la showgirl colmerà questa lacuna ottenendo la nostra cittadinanza per iure sanguinis.

L’annuncio ha voluto darlo ufficialmente lei stessa, ospite insieme a tutta la famiglia nel salotto del talk show ‘Verissimo‘ su Canale 5.

Raccontando il suo attuale momento a Silvia Toffanin, Belen ha confermato la nuova svolta nella sua vita: “É vero, fra qualche mese mi arriverà la cittadinanza e dopo dodici anni sarò ufficialmente italiana”.

Non era successo dopo il matrimonio con Stefano De Martino, dal quale sui è ufficialmente separata l’anno scorso, mentre adesso i tempi per la sua richiesta sono maturi e così a tutti gli effetti anche lei sarà una nostra connazionale con tutto quello che ne consegue, sei nei diritti che nei doveri.

In effetti non è nemmeno la prima volta che la showgirl argentina si avvicina alla nostra cittadinanza.

Nel 2012 il sindaco di Ceregnano (in provincia di Rovigo), Ivan Dall’Ara, per attirare l’attenzione sulla drammatica situazione occupazionale che coinvolgeva ben 434 operai della ex Bassano Grimeca, azienda della zona, aveva detto di voler concedere la cittadinanza italiana onoraria alla Rodriguez come provocazione dopo la sua esibizione con tanto di ‘farfallina‘ in bella mostra al festival di Sanremo.

Per contestare il mancato appoggio del governo Monti, in particolare del ministro competente Elsa Fornero, il sindaco aveva studiato questa idea in modo da attirare almeno l’attenzione della stampa nazionale.

Allora la Rodriguez si era detta onorata, ma chiaramente non aveva accettato anche perché quell’atto era solo simbolico e non pratico.

Questa volta però diventerà tutto realtà.

Cecilia Rodriguez “clandestina” rischia di essere espulsa

La celebre showgirl argentina ha i documenti per il permesso di soggiorno scaduti da mesi e ha dovuto produrre in tutta fretta alla Questura il suo contratto di lavoro in Italia

Belen Rodriguez è diventata italiana per matrimonio (quello con Stefano De Martino, anche se adesso sono separati), mentre sua sorella ha ancora la cittadinanza argentina e ora rischia di essere espulsa dal nostro Paese come qualsiasi cittadino extracomunitario non in regola. Tutto è nato per gioco, ma rischia di diventare un caso.

Tutto è partito durante una diretta web da Capri, dove Cecilia Rodriguez era ospite per partecipare insieme ad altri Vip ad una manifestazione.

Il direttore di ‘Chi‘, Alfonso Signorini, parlando con la showgirl argentina aveva rivelato pubblicamente che alla ragazza era scaduto il permesso di soggiorno per rimanere in Italia e scherzando le aveva chiesto se adesso sarebbe stata costretta a tornarsene in patria.

E lei aveva confermato: “Vero, lo devo rinnovare. Ma tu come fai a saperlo?“, gli aveva risposto.

Sembrava finito tutto lì e invece la polizia, come ha fatto sapere l’Ansa, ha deciso di andare a fondo a questa storia verificando la posizione della Rodriguez.

Cecilia Rodriguez permesso di soggiorno

Così è venuto fuori che effettivamente i documenti per il rinnovo del permesso di soggiorno erano già scaduti da diversi mesi senza che lei si fosse preoccupata di rinnovarli.

Quindi in un primo momento Cecilia è stata convocata al commissariato di Capri, competente in quel momento, per un primo interrogatorio durato più di un’ora e nel quale le è stata fatta presente la sua situazione di irregolare in Italia.

Poi lei un paio di giorni dopo ha fatto rientro a Milano dove vive e si è presentata alla Questura portandosi dietro i documenti necessari.

In particolare ha dovuto dimostrare di avere un contratto di lavoro nel nostro Paese in modo da poter ottenere una proroga di soggiorno in Italia.

Ora tutta la documentazione è nelle mani delle autorità che la dovranno valutare, stabilendo se questo basti per rinnovare il permesso di soggiorno oppure se, come irregolare, la Rodriguez sarà costretta ad imbarcarsi sul primo aereo utile per tornare in Argentina.

Secondo l’ultimo numero del settimanale ‘Chi’ la situazione dovrebbe essersi appianata, ma fino a quando non arriverà il via libera dalla Questura il timore di un’espulsione esiste sempre perché la legge parla chiaro ed è uguale per tutti.

Signorini, scherzandoci sopra, ha detto di essere disposto ad assumerla come badante.

Ma in ogni caso almeno la lezione sarà stata imparata.

About the Author

Sonia
Articolista in settore immigrazione di navigata esperienza

Leave a comment

Your email address will not be published.


*