Asti, problemi con i permessi di soggiorno: la digitalizzazione va potenziata

L’informatizzazione può essere davvero un aiuto molto importante nello sbrigare le varie pratiche all’interno di un Comune, compresi i permessi di soggiorno. Tuttavia, a volte, può succedere che le richieste siano talmente tante da non riuscire ad essere evase.

E’ il caso di Asti, dove un’addetta dello Sportello di Segretariato sociale del Comune che ha spiegato come la procedura informatica, fortemente voluta per velocizzare i tempi dell’istruttoria, possa comportare anche qualche problema.

In particolare, come spiegato dal portale “Atnews.it”, a fronte dell’alto numero di richiedenti, il calendario di accessi autorizzati dalla Questura è piuttosto limitato e si esaurisce piuttosto velocemente.

In quanto tempo esattamente ?

Stando a quanto riportato dall’addetta, già nei primi giorni del mese. Questo impedisce a molte persone, che vogliono regolarizzarsi, di non poter procedere all’ottenimento del permesso di soggiorno.

Una situazione abbastanza ingarbugliata, che va inevitabilmente a ricadere sullo Sportello di Segretariato sociale. Gli ultimi dati riportano che nel 2017 sono stati certificati 7650 accessi di cittadini stranieri, di cui 2063 per verificare l’iter del proprio permesso di soggiorno.

Un servizio che avrebbe bisogno di potenziamenti, e che invece ha visto negli ultimi tempi una diminuzione delle forze, dato che alcuni spostamenti e pensionamenti hanno fatto sì che al front office, ad oggi, ci siano solamente due addetti.

Un problema di cui si sta occupando l’assessore Mariangela Cotto, che in una nota stampa ha sottolineato come le criticità del progetto, emerse negli ultimi tempi, siano state approfondite in una prima riunione con i CAF e alcuni Enti di Patronato con l’impegno di rilanciare informazioni, consulenza e sensibilizzazione.

Sia i Patronati che i Caf hanno dato la loro piena disponibilità a dare una mano a tutti coloro che dovranno svolgere la procedura di regolarizzazione del permesso di soggiorno, nulla osta per lavoro, ricongiungimento famigliare.

La digitalizzazione è senz’altro una grande innovazione, ma bisogna anche tenere conto della possibilità di potervi accedere con semplicità e immediatezza.

 

About the Author

Roberto
Roberto
Autore esperto di immigrazione, stranieri e di tematiche relative alla cittadinanza

Be the first to comment on "Asti, problemi con i permessi di soggiorno: la digitalizzazione va potenziata"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*